PERCHÈ È SICURA

È UN GAS, MA NON PROVOCA EMBOLIA

EFFERVESCENTE? NO, MEDICALE!

OLTRE LA BOMBOLA

CO2 Un gas che produciamo noi stessi

CO2 Un gas famoso in medicina

La catena della sterilità

L’anidride carbonica è costituita da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno (CO2). (foto della molecola di CO2)

Ogni giorno il nostro corpo produce circa 450 litri di CO2 (da 200mL/min a 2L/min)  come effetto della “respirazione cellulare”, una serie di reazioni chimiche che consente di bruciare gli zuccheri in presenza di ossigeno e di produrre energia.

Circa il 70% delle molecole di CO2 che entrano nel sangue sono trasportate ai polmoni sotto forma di ioni bicarbonato disciolti nel plasma. Questo processo permette di mantenere la stabilità del pH corporeo e allo stesso tempo di scambiare la CO2 con l’ossigeno negli alveoli polmonari per poi espellerla con l’espirazione.

Per questo la CO2 è atossica: viene eliminata fisiologicamente attraverso i polmoni.

Se nel senso comune si pensa alla CO2 in termini di bollicine dell’acqua gasata, in medicina è da tempo largamente utilizzata perchè essendo un gas inerte e direttamente prodotto dal nostro organismo, è stato possibile utilizzarla in diverse tecniche, come negli interventi di chirurgia laparoscopica e negli esami di colonscopia.

Per essere utilizzata in ambito medico l’anidride carbonica deve essere prodotta da aziende specializzate che la rendano batteriologicamente pura, garantendone la sterilità: per questo si parla di CO2 medicale, atossica.

Oltre al gas è importante che tutto il sistema di infusione sia in condizioni di sterilità: prima di tutto una serie di filtri antispore purificano la CO2 da possibili contaminanti, successivamente le nostre macchine controllano costantemente la purezza del gas ed infine le microiniezioni vengono effettuate tramite un kit composto da un tubicino di erogazione dotato di un ago molto sottile (30G da 13mm) in confezione sterile usa e getta, per evitare il rischio di malattie emo-trasmissibili.

COSA SIGNIFICA AVERE UN BREVETTO...

TRATTAMENTO ESCLUSIVAMENTE MEDICO

...e perchè fa la differenza a livello terapeutico

Professionalità prima di tutto

L’efficacia terapeutica dipende strettamente dalla possibilità di controllare il flusso di gas all’interno del tessuto, quindi è evidente che la scelta del tipo di apparecchiatura da utilizzare fa la differenza. Noi abbiamo brevettato questa possibilità: il software dei nostri medical device è brevettato per il controllo delle impedenze sottocutanee e intradermiche, modulando la somministrazione in tempo reale durante tutto il trattamento a seconda del grado di lassità o di compattezza del tessuto.

Benchè il trattamento sia poco invasivo e non richieda alcun tipo di anestesia, deve essere sempre eseguito da un medico, per garantire con la sua professionalità una corretta diagnosi, l’attenzione prestata nella scelta dell’apparecchiatura, nella scelta del protocollo da utilizzare e nella sua personalizzazione.

Translate »
WhatsApp chat