COS’E’ LA CARBOSSITERAPIA

DOVE È NATA E COME SI È EVOLUTA I DUE SIGNIFICATI DEL TERMINE “CARBOSSITERAPIA”

Il termine “Carbossiterapia” di per sé significa utilizzo di anidride carbonica (CO2) per scopi terapeutici. Oggi con lo stesso termine si può intendere:

  •  l’utilizzo di CO2 per via transcutanea (diffusione data dal contatto esterno con la pelle)
  • la somministrazione di CO2 tramite iniezioni (sottocutanee o intradermiche), controllata da un device brevettato
terme

DALLE TERME…

La prima accezione nasce nel 1930 in Francia presso la stazione termale di Royat dove nel trattamento di pazienti affetti da arteriopatie periferiche, è stata utilizzata CO2 per via transcutanea attraverso docce filiformi e bagni carbo-gassosi secchi o in acqua carbonica.

Per molti anni è stata effettuata solo in istituti termali perché questo trattamento necessitava di specifiche attrezzature per lo smaltimento del gas (CO2).

Gli effetti benefici a livello microcircolatorio hanno permesso un utilizzo di questo trattamento come supporto alle terapie convenzionali nelle arteriopatie periferiche, nelle flebolinfopatie, nelle acrocianosi e nelle lesioni ulcerative di diversa genesi, migliorando il trofismo dei tessuti e permettendo una migliore granulazione del fondo ulcerativo.

…ALL’AMBULATORIO

L’efficacia di questa terapia in campo termale spinge il nostro CEO Roberto Parmigiani a pensare che la CO2 potesse essere efficace anche somministrata per via intradermica. Da questo impulso parte lo sviluppo di un device che potesse controllare il flusso di gas che viene realmente iniettato sottocute, la variabile più importante per ottenere dei risultati scientificamente rilevanti.

Il primo device l’abbiamo chiamato Carbomed e l’abbiamo brevettato perchè è stato grazie a questa apparecchiatura che si è potuta dimostrare l’efficacia della Carbossiterapia per via invasiva in diversi ambiti di applicazione: vengono pubblicati numerosi studi scientifici in riviste accreditate e il termine “Carbossiterapia” inizia a diffondersi nel senso di “somministrazione sottocutanea di CO2 controllata da un device brevettato”.

Questa accezione è quella oggi più diffusa ed è ormai entrata nel bagaglio e nella pratica clinica in diversi ambiti della medicina funzionale ed estetica.

Translate »
WhatsApp chat