PERCHÈ LA CARBOSSITERAPIA FA MALE E…COME EVITARLO

Si è ormai diffusa la credenza che la carbossiterapia sia dolorosa e per questo combattiamo per sensibilizzare  medici e pazienti.

QUANDO LA CARBOSSITERAPIA FA MALE...

Fa male quando viene eseguita come una semplice iniezione di gas sottocutaneo in modo generalizzato,, senza considerare determinati parametri e senza valutare le differenti condizioni delle aree da trattare (elasticità e compattezza della cute, velocità del flusso e quantità di somministrazione della Co2 ed il progressivo “accomodamento tissutale” etc

“Questo non è fare carbossiterapia, ma è come addizionare di Co2 (anidride carbonica) un’acqua minerale"

Trattandosi invece di una metodica, vi indichiamo di seguito i punti chiave per accertarsi se quello di cui si parla è Carbossiterapia o meno.

E COME EVITARLO… I “SEGRETI” PER IL CONTROLLO DEL DOLORE

Controllare il flusso di gas all’interno del tessuto

La facilità di diffusione dell’anidride carbonica nel sottocutaneo dipende dal grado di lassità o di compattezza del tessuto stesso per cui è variabile da soggetto a soggetto. Per poter seguire la metodica è necessario controllare questa variabilità.

  • Il software dei nostri medical device è brevettato per il controllo delle impedenze sottocutanee e intradermiche e modularsi in tempo reale durante tutto il trattamento
photo-1525565004407-a1f6f55b5dd6

Riscaldare adeguatamente il gas

  • Il gas freddo sottopelle provoca una sensazione di bruciore
  • Se riscaldato non adeguatamente può verificarsi uno sbalzo di temperatura ed una successiva compressione del gas che genera freddo.
  • Con CDT Evolution e CDT Light abbiamo implementato il brevetto per il riscaldamento variabile del gas

Adattare il protocollo alla singolarità del paziente

Il protocollo terapeutico non è standardizzabile e deve essere adattato alla singolarità del paziente. 

Quindi il medico dovrà valutare diversi parametri (come accomodamento tissutale, soglia di sensibilità dell’area trattata, fattori climatici ambientali, etc.) e riconsiderarli in relazione a un protocollo che non può essere standardizzato

  • La nostra esperienza clinica ci ha portato a evidenziare alcuni fattori chiave per ovviare alla sensazione di dolore. Nei nostri corsi di formazione medica insegniamo la metodologia e mostriamo lo stato dell’arte delle tecniche per carbossiterapia.

Questo è Carbossiterapia. Una metodologia.

Translate »
WhatsApp chat